Categorie
Fotografia fotografo napoli street photography

That’s STREET Photography

street photography, un modus operandi (ovunque, ma Napoli… )

Napoli (come tutte) ha anche i suoi difetti,
(non sarebbe credibile se non li avesse)
ma li lascio raccontare ad altri.

street photography a Napoli… ma non solo:

Togliersi il cappello da fotografo, bisogna sembrare tutto meno che quello! La street photography non è per chi vuole atteggiarsi a fotografo durante il suo operare. Ne segue… lasciare a casa apparecchiature voluminose e appariscenti; usarne del tipo che non obbligano a poggiare l’occhio sul mirino, ‘chè talvolta è necessario scattare anche senza inquadrare.

Meglio uscire da soli. Se si viene notati, nel migliore dei casi, chi ritratto si metterà in posa, e si perderà la spontaneità; ma si puó anche arrivare a rimediare cazziate

Scesi in strada e individuata la scena da riprendere, mettere in opera (nel limite del possibile) quanto conosciuto di composizione, gestione della luce, ecc… sempre che la “situazione” lo consenta; considerare poi che non di rado quanto si propone agli occhi ha la durata di qualche secondo (mettere in conto, quindi, una considerevole dose di fortuna necessaria).

Tenere a mente che la Street Photography non è il banale fotografare gente che cammina per strada, nè il fotografare banalità in strada; in un’immagine di Street deve essere presente un protagonista e raccontare un qualcosa di non banale nè scontato.
Non riprendere persone solo perchè si ritengono (o si trovano in situazioni) buffe e che le possano offendere (al proposito tornerà utile il pensiero di Ando Gilardi nella sua “Non Fotografare“).

Quanto descritto è uno dei modi (il mio) per fare “Street”,… e qui delle considerazioni: “…Come mai però esiste così tanta pessima fotografia di strada? …Le persone escono e cominciano a fotografare a caso sconosciuti che fanno cose, o più spesso, che non fanno niente…
>> tap x leggere tutto.


La mia idea di “risultato soddisfacente“? Un bel fotogramma di una scena di un film, che lascia all’osservatore la sceneggiatura di ciò che è avvenuto prima e di ciò che avverrà dopo.

HAI DETTO NIENTE !


Fotografo la street photography con…
occhi, idee e fantasia
(reflex, obiettivi e una compatta di qualità – e niente altro – sono solo accessori)
…per raccontare di luoghi visitati e persone incontrate
(augurandomi che non s’incazzi mai nessuno per essere stato ripreso)

>> tap x info Attività

Categorie
Fotografia fotografo landscape

arredare pareti con foto quadri

arredare le tue pareti con foto quadri; ad esempio…

a casa di Luca – street photography, stampa su tela 160x100cm

Cerca la tua tra le foto arredo che seguono o che trovi sulle altre pagine di questo sito; per il file digitale in alta definizione e senza watermark (leggi note importanti a fondo pagina). Per altro, info e contatti… il pulsante è più giù.

(non tutte le immagini sono disponibili per la stampa e/o in file)


altra idea per arredare pareti con foto quadri:

citofonare “Beltrami”
stampa su carta comune, da 100x60cm a 160x100cm

foto >> quadri in mostra, stampe su pvc montate su pannelli


note sui file digitali per i foto-quadri
i file digitali forniti Non potranno essere ceduti (neanche se senza scopo di lucro) a terze persone, e Non potranno essere utilizzati su web e/o socials (nel qual caso richiedere un file con watermark). Potranno essere utilizzati per realizzare stampe ad uso personale ma Non commerciale, NON È CONSENTITA LA RI-VENDITA DEI FILES NÈ DELLE STAMPE REALIZZATE CON TALI FILES (in quest’ultimi casi fare richiesta specifica).
Le fotografie contenute in questo web site sono coperte dal diritto di autore.


“non parlatemi di fotografia con uno smartphone in mano: ė come il dire di una pietanza assaggiata col naso tappato”

disabile non si legge diverso

I have a dream!
Quale sogno? No, non é l’essere annoverato tra i grandi come fotografo (non ho tale presunzione), ma sogno un futuro dignitoso per un disabile,… per chi dicono che “normale” non è. Un ruolo, magari da modello, per Frankie in questo film dovrà pur esserci…
non può essere destinato ad essere additato esclusivamente come disabile e accantonato perché ritenuto “idoneo a niente”!

Frequentemente vedo in tv ciò che i suoi coetanei riescono a fare con le loro esibizioni, e inevitabilmente e comprensibilmente (da genitore) assaporo depressione che si allevia col continuo ripetere… Frankie riuscirà fare altro.

Vedo una via (ma… facile che sia solo nella mia immaginazione) è stretta ma mi ci infilerò!
Io con la mia fotografia

e Frankie, il ragazzo che non conosce l’odio, con la sua presenza e dolcezza

magari in quella via incroceremo chi ci darà opportunità…

opportunità, non elemosina nè pietà,
ma si accettano miracoli

>> tap x info Attività

e grazie di cuore a chi mi sostiene

tap la discussione per l’articolo

Che gran salto di qualità per la società, se, nella quotidianità, non tratterà piú come straordinaria la considerazione di chi ha esigenze particolari (e che gran fatica riuscire a non usare il termine “diverso“!)

Gli ingenui non sapevano che l’impresa era impossibile, dunque la fecero.” (Bertrand Russel)